sabato 14 luglio 2012

Recensione "Il mare dei mostri" di Rick Riordan (Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo #2)

Titolo: Il mare dei mostri (Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo)
Titolo originale: The Sea of Monsters (Percy Jackson and the Olympians)
Autore: Rick Riordan
Editore: Mondadori
Data di uscita: 2 Novembre 2010
Pagine: 328
Prezzo: EUR 17,00
Voto: ♥♥♥♥
La vita di un semidio a New York non è sempre facile, e quella di Percy Jackson è diventata una vera impresa da quando ha scoperto di essere figlio di Poseidone e deve trascorrere tutte le estati al Campo Mezzosangue, insieme ai suoi simili. Ma ora il campo è in grave pericolo: l'albero magico che lo protegge è stato avvelenato e non riesce più a difenderlo dalle invasioni dei mostri. Solo il Vello d'Oro può salvarlo! Ma è custodito su un'isola da Polifemo, nelle acque tumultuose del Mare dei Mostri. La missione è affidata alla figlia di Ares, ma Percy non può certo restarsene con le mani in mano... anche perché il suo satiro custode Grover è nelle grinfie di Polifemo! Accompagnato dalla fedele Annabeth e dal nuovo amico ciclope Tyson, Percy dovrà intraprendere un viaggio per mare e affrontare le mille insidie che nasconde, dalla maga Circe al canto delle sirene. E come se non bastasse, la profezia dell'Oracolo si complicherà... Chi sarà, tra i figli dei tre Grandi, a tradire gli dei dell'Olimpo?
Ho prenotato in biblioteca il sequel del primo romanzo della serie Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo subito dopo aver terminato il primo, ma è arrivato solo il mese scorso.
Il ladro di fulmini mi era piaciuto molto (qui la mia recensione), ed ero sicura che avrei continuato con la saga.
Come speravo, Il mare dei mostri non ha deluso le mie aspettative, rivelandosi proprio ciò di cui avevo bisogno: un romanzo leggero, scorrevole e incredibilmente divertente.

È passato appena un anno, ma il tredicenne Percy Jackson è di nuovo nei guai fino al collo.
Ogni notte, o quasi, Percy sogna il suo migliore amico Grover, un satiro partito per una missione in cui nessun'altro suo simile è mai riuscito, che sembra parlare con lui, chiedendogli di essere salvato.
Sia Percy che sua madre stanno per sospirare di sollievo di fronte alla prospettiva di un anno scolastico passato senza che Percy si facesse espellere, ma proprio durante il suo ultimo giorno di scuola, il protagonista e il suo nuovo strano amico Tyson vengono attaccati da mostri.
Percy viene aiutato a scappare da Annabeth, che gli dà però una spiacevole notizia: il Campo Mezzosangue è in pericolo, e l'albero di Talia sta lentamente appassendo.
Inoltre, Chirone è stato licenziato e colui che lo sostituisce non sembra avere in simpatia né Percy né Annabeth, che dovranno disobbedire alle regole del Campo ed imbarcarsi in una nuova impresa, per salvare Grover e recuperare il Vello d'Oro.

Come ho già detto prima, ho apprezzato questo sequel tanto quanto il suo precedente.
Tutta la lettura è incredibilmente divertente (io adoro i titoli dei capitoli!) e si nota che i protagonisti, Percy in particolar modo, cominciano a crescere e a maturare.
Non mi dilungherò oltre, mi limiterò a dire che non vedo l'ora di avere i seguiti tra le mani!
♥♥♥♥
Insegnante di inglese e storia nelle scuole medie, Rick Riordan nel 2002 riceve il riconoscimento Master Teacher Award. In Italia diventa noto nel 2010 quando Mondadori pubblica Il ladro di fulmini, primo romanzo della saga Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo e dal quale in contemporanea è tratto un film. Attualmente Riordan vive nella città di San Antonio (Texas) con la moglie e i due figli. www.rickriordan.com


2 commenti:

  1. Bella recensione!Ho letto il primo libro della serie e mi è piaciuto molto!Non vedo l'ora di leggere questo sequel!!

    RispondiElimina
  2. si anche a me e piaciuto tantissimo il primo che adesso non vedo l' ora di iniziare il secondo !!!!

    RispondiElimina