domenica 2 settembre 2012

Recensione "Caccia alle fate" di Kiersten White (Paranormalcy #2)

Titolo: Caccia alle fate
Titolo originale: Supernaturally
Autrice: Kiersten White
Editore: Giunti Y
Pubblicazione: 25 Luglio 2012
Pagine: 432
Prezzo: € 12,00
Image and video hosting by TinyPic
È difficile avere una vita normale quando si ha il dono di riconoscere gli esseri sovrannaturali al primo sguardo. Ma Evie, dopo tante bizzarre avventure, vuole provare a vivere davvero come ogni ragazza della sua età. Questa nuova esperienza però si rivela da subito noiosissima e così, quando l’Agenzia Internazionale per il Contenimento del Paranormale le offre di tornare a lavorare, Evie coglie l’occasione al volo. Ma dopo una serie di missioni disastrose, non è più sicura di aver fatto la scelta giusta. A sciogliere ogni dubbio e a scombussolare il suo cuore tormentato arriva Reth, che riappare dal nulla in tutta la sua sfavillante bellezza fatata. Il suo ex, perfido e insidioso, è tornato per portarle devastanti rivelazioni sul suo passato e l’inquietante notizia di un’imminente battaglia fra le corti delle fate. Una guerra che può far precipitare nel caos l’intero mondo del sovrannaturale, e in cui Evie sembra avere un ruolo fondamentale: lei è davvero troppo speciale per essere normale. La divertentissima trilogia iniziata con Paranormalmente continua con questo romanzo brillante, originale, romantico e pieno di colpi di scena. Impossibile non innamorarsene.

Evie ha lasciato l’AICP, l’agenzia paranormale per la quale lavorava, e finalmente può assaporare la tanto agognata normalità: vive in un appartamento con la sua amica Arianna, durante la settimana lavora in una tavola calda e nei week-end frequenta Preston.
O meglio, tutto ciò sarebbe normale se Arianna non fosse una vecchissima vampira, se la tavola calda non fosse frequentata dalle più disparate creature paranormali e se Preston non fosse fatto per metà d’acqua.
Nonostante la sua vita sia quella che ha sempre sognato, Evie non è comunque felice, e comincia a sentire la mancanza della sua vecchia vita. Infatti, quando Raquel si ripresenta alla sua porta chiedendole di lavorare per loro “part-time” Evie decide di accettare.. mentendo a tutti quelli a cui vuole bene.
Inoltre, conoscerà presto Jack, un ragazzo capace di creare dei Sentieri delle Fate.. senza essere una fata.
E Reth, il suo ex-ragazzo nonché bellissima fata,  continua  a perseguitarla, rivelandole inquietanti dettagli sul suo passato e sulla sua identità.

Caccia alle fate si è dimostrato, come il precedente romanzo della trilogia, una lettura scorrevole e divertente, a tratti un po’ frivola ma comunque molto godibile.
Evie continua a piacermi molto come protagonista, nonostante alcuni atteggiamenti e la sua “attitudine alla menzogna” possano risultare, a tratti, irritanti.
Comunque, è impossibile non notare una certa maturazione in lei, che spero aumenti ancora nel capitolo conclusivo della trilogia.
Preston, che in Paranormalmente mi era sembrato un personaggio interessente, in questo libro è stato decisamente messo da parte, rivelandosi completamente inutile ai fini della trama.
Caccia alle fate è incentrato principalmente sull’introduzione di un nuovo personaggio – che io ho apprezzato tantissimo – e sulla scoperta, da parte di Evie, della sua vera identità.
Purtroppo, però,  ritengo che questo romanzo sia leggermente inferiore al primo in quanto gli avvenimenti sono limitati alle ultime cinquanta pagine, e narrati in maniera piuttosto frettolosa.
Lo stile della White si mantiene però ottimo; molto divertente e accurato. 
Nonostante ciò, i pregi si dimostrano nettamente superiori ai difetti, e non posso che consigliare questo romanzo a chi ha letto e apprezzato Paranormalmente, perché non potrà deludere le vostre aspettative!

P.S. Io sono Team Reth!
La saga Paranormalcy è composta da:
1. Paranormalmente, 4 Maggio 2011 (Paranormalcy, 31 Dicembre 2010)
2. Caccia alle fate, 18 Luglio 2012 (Supernaturally, 26Luglio 2011)
3. Senza fine, 29 Maggio 2013 (Endlessly, 24 Luglio 2012)

1 commento:

  1. Avevo voglia di leggerlo poi ho letto una recensione non troppo positiva, ma tu mi hai risollevato un po' il morale ^^

    RispondiElimina