mercoledì 13 marzo 2013

Recensione "Muses" di Francesco Falconi

Titolo: Muses
Autore: Francesco Falconi
Editore: Mondadori

Collana: Chrysalide
Data di uscita: 15 maggio 2012
Pagine: 492
Prezzo: EUR 17,00
Voto: ♥♥♥♥
Quando scappa da Roma diretta a Londra, coperta di tatuaggi e piercing, Alice sente che la sua vita potrebbe cambiare per sempre. Ha appena scoperto di essere stata adottata, ma per lei questa notizia è quasi un sollievo. Cresciuta con un padre violento e una madre incapace di esprimere il proprio affetto, ora Alice deve scoprire le sue radici e l'eredità che le ha lasciato la sua vera famiglia. Decisa, risoluta, ribelle, è una violinista esperta ed è dotata di una voce straordinaria. Ed è proprio questa voce a guidarla verso la verità: le antiche nove Muse, le dee ispiratrici degli esseri umani, non si sono mai estinte. Camminano ancora tra noi. I loro poteri si sono evoluti. E Alice è una di loro. La più potente. La più indifesa. La più desiderata da chi vorrebbe sfruttarne gli sconfinati poteri per guidare gli uomini, forzarli se necessario, fino alle conseguenze più estreme. Ma un dono così può scatenare l'inferno. E sta per accadere.

Recensione

Questa recensione si è fatta attendere molto, e questa volta la causa non è solo la mia infinita pigrizia. Infatti, ho riscontrato diverse difficoltà nel decidere quale voto assegnare a questo romanzo, e ne sto riscontrando altrettante adesso, nello scrivere questa recensione.
Avevo alte aspettative riguardo questo romanzo, e posso dire con certezza che non sono state deluse. Nonostante questo, Muses si è rivelato ben diverso da ciò che mi aspettavo.

Alice De Angelis è una ventenne romana, è una ragazza difficile, ha un rapporto conflittuale con i genitori, soprattutto con suo padre, ha tantissimi tatuaggi e piercing in tutto il corpo.
Fino a qui, niente di strano. Fino a quando Alice, in seguito a un incedente, scopre di essere stata adottata, e decide di andare a Londra, alla ricerca di sua zia Dolores.
Una volta trovata l'eccentrica parente, però, non viene a conoscenza di ciò che si aspettava ma le viene detto, invece, che lei è una delle nove Muse, che col tempo si sono evolute e hanno sviluppato nuovi poteri. E Alice è una delle più potenti: la Musa della musica. Ma un potere del genere può si portare del bene, ma anche causare gravi danni. Ed è proprio quello che rischierà Alice...

Come ho scritto prima, non è stato affatto facile stilare questa recensione, più volte ho scritto le prime righe per poi abbandonarla e rimandare. 
Dopo una lunga riflessione, comunque, sono giunta alla conclusione che il voto che Muses meritava è più che positivo.
La nota più meritevole del romanzo in questione è senza dubbio l'approfondimento psicologico della protagonista, Alice, ma anche dei personaggi secondari.
Alice è una ragazza forte eppure estremamente fragile allo stesso tempo, e il modo in cui questo sottile contrasto è stato reso è molto credibile.
Anche i personaggi secondari sono stati gestiti egregiamente, sono ricchi di sfaccettature e ben approfonditi.
Cattivi che diventano buoni, buoni che si fingono cattivi, buoni che sono anche cattivi, cattivi che in fondo poi sono buoni. Cattivi veri, reali, che puoi trovare davvero nella vita di tutti i giorni.
Per tre quarti della lettura ho continuato a ripetermi "dài, a questo libro darò cinque stelline, sarà uno dei migliori dell'anno!".
Ed è quasi stato così. Quasi. 
A farmi cambiare idea è stato il finale. In linea con il romanzo, è vero, ben scritto e coerente, è vero. Ma comunque, per quel che mi riguarda insoddisfacente. Sarà che sono una grande sostenitrice dell'happy ending, sarà che mi ero affezionata troppo ai personaggi.
E potrei continuare a parlarne per un bel po', quindi onde evitare eventuali spoiler la smetto qui.
Un'ultima considerazione la dedico all'autore di Muses, Francesco Falconi, che scrive divinamente e che ha creato una protagonista credibile, nonché eccezionale voce narrante.

Concluderò questa recensione estremamente positiva con un solo commento: è questo il fantasy che vogliamo in Italia, sono questi gli autori che meritano di vedere pubblicati i propri scritti.
♥♥♥♥

Autore
Francesco Falconi è nato a Grosseto il 26 giugno 1976. Nel 2002 si laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni a Siena, per poi trasferirsi a Roma, dove lavora come consulente per Altran Italia. Nel 2006 esordisce nel mondo editoriale con la saga fantasy Estasia. Successivamente, nel 2008, pubblica Prodigium, una nuova saga rivolta a un pubblico di giovani adulti, seguita nel 2010 da Gothica – l’Angelo della Morte, L’Aurora delle Streghe – Underdust, Nemesis – L’Ordine dell’Apocalisse, edito Castelvecchi Editore ed Evelyn Starr - Il diario delle due lune accompagnato dal suo sequel, Evelyn Starr - La regina dei Senzastelle, creati a quattro mani con Luca Azzolini. Muses è il suo ultimo lavoro.

Nessun commento:

Posta un commento