domenica 28 aprile 2013

Recensione "Night School. Il segreto del bosco" di C.J. Daugherty (Night School #1)

Titolo: Night School. Il segreto del bosco
Titolo originale: Night school
Autrice: C.J. Daugherty
Editore: Newton Compton
Collana: Vertigo
Data di uscita: 29 Novembre 2012
Pagine: 463
Prezzo: EUR 9,90
Voto: ♥♥♥
La vita di Allie Sheridan è a pezzi. Odia la scuola, il fratello è scappato di casa ed è appena stata arrestata. Per l'ennesima volta. Ma i genitori ne hanno abbastanza e sono determinati a mettere la parola fine ai suoi comportamenti ribelli. Per allontanarla dalle sue pericolose amicizie, decidono così di iscriverla a un collegio per ragazzi difficili, la Cimmeria Academy. Una scuola estremamente sui generis, con un regolamento molto rigido e dalla quale sono banditi cellulari e computer. Gli studenti della Cimmeria Academy sono uno strano gruppo di ragazzi particolarmente dotati, indisciplinati o privilegiati, ma Allie si sente subito a suo agio e in poco tempo si lega ad alcuni di loro: Carter, un ragazzo affascinante ma dalla pessima reputazione, Jo, che diventa la sua migliore amica, e Sylvain, un ragazzo francese di origine algerina a cui nessuno riesce a dire di no. Ma la scuola in cui Allie si trova non è quel che sembra. La notte infatti apre le sue porte alla Night School, una società segreta le cui attività sono un mistero per molti degli studenti. Dopo la morte di una ragazza al ballo d'estate, Allie comincia però a sospettare che la scuola nasconda dei segreti inimmaginabili. Anche la sua famiglia è coinvolta in qualcosa di poco chiaro e le ha mentito sul luogo in cui si trova. Ma perché? Di chi può realmente fidarsi? E cosa accade davvero alla Cimmeria Academy, quando cala la notte?
Recensione
Allie Sheridan è la tipica adolescente difficile: va male a scuola, frequenta cattive compagnie, è anche stata arrestata più volte. All'ennesimo arresto, i suoi genitori decidono di iscriverla ad un collegio per ragazzi "come lei", la Cimmeria Academy, una scuola decisamente particolare. Alla Cimmeria non vi è modo di entrare in contatto con il mondo esterno, computer, cellulari, iPods e quant'altro sono banditi. I ragazzi che frequentano la scuola appartengono principalmente a due categorie: quelli talentuosi e dotati e quelli indisciplinati, e sembra che Allie faccia parte dei secondi. Eppure la Cimmeria sembra una "casta chiusa": tutti i ragazzi che la frequentano hanno "ereditato" il loro posto dalle famiglie. Nonostante questo, Allie non ha difficoltà a fare amicizia, soprattutto con Carter, scontroso e dalla cattiva reputazione, Sylvain, bellissimo e ammaliante e Jo, che presto diventerà la sua migliore amica. Ma qualcosa di strano avviene alla Cimmeria. Ogni notte, infatti, un gruppo di studenti scelti partecipa alla Night School. Nessuno al di fuori di coloro che ne fanno parte sanno di cosa si tratti, e a tutti è vietato anche solo parlarne. Allie non sa di chi fidarsi, anche i suoi genitori potrebbero averle mentito. Ma soprattutto, come mai si trova alla Cimmeria? Cos'è la Night School? Allie è ben decisa a scoprirlo..

Le premesse per essere un bel romanzo c'erano tutte: una trama abbastanza innovativa, una protagonista che sembrava interessante, una scuola misteriosa..
Purtroppo, però, queste idee non sono state ben sviluppate. Per prima cosa, c'è da dire che io ero fermamente convinta che si trattasse di un urban fantasy, complice probabilmente la copertina, quando invece l'elemento fantasy è totalmente assente. Night school, quindi, è un thriller. E già qui casca l'asino. In un thriller devono esserci suspance, pathos, desiderio di sapere cosa accadrà dopo. In Night School tutto ciò è assente, se non nelle ultime cento pagine. 
L'autrice, poi, non è stata capace di distaccarsi dai cliché degli young adult.
La protagonista si trasferisce in una nuova scuola, non fa fatica a fare amicizia con tutti, i ragazzi più ambiti si interessano a lei, il triangolo amoroso (sviluppato male, ma proprio male) non mancano nemmeno le ragazzine stupide che ce l'hanno con lei perché sono invidiose.
Questi stereotipi ci sarebbero anche stati, se nella trama ci fosse stato appunto quel pathos, che invece è totalmente assente, o se la protagonista, Allie, fosse stata caratterizzata meglio. C'è da dire che è difficile che a me piacciano le protagoniste femminili dei romanzi, ma Allie non è neppure riuscita a suscitarmi antipatia. È sembrata semplicemente.. insulsa.
Neppure gli altri personaggi sono particolarmente interessanti, ad eccezione di uno o due, che però non nominerò per non fare spoiler!

Night School ha cominciato a risultare davvero interessante, però, solo nelle ultime 100 pagine. L'impressione generale che ho avuto, infatti, è quella di un prologo lungo quasi 500
pagine. Leggerò sicuramente il seguito, perché mi aspetto che le vicende finalmente si "velocizzino" e si arrivi al clou della storia.

In conclusione non me la sento di consigliarvi o sconsigliarvi questo romanzo, preferisco aspettare il suo seguito per dare un'opinione definitiva.
♥♥♥
Autrice
Christi J. Daugherty è scrittrice e redattrice. Ha collaborato con la Reuters, il «Dallas Morning News» e il «New York Times». Ha scritto alcuni libri a quattro mani con il marito Jack Jewers, scrittore e regista. Ora Christi si dedica soprattutto alla scrittura per ragazzi e sta lavorando al secondo capitolo della serie che ha inizio con Il segreto del bosco. Night School.

5 commenti:

  1. Il segreto del bosco non mi ha fatto nè caldo nè freddo. Sinceramente mi aspettavo un po' più di azione e mistero, anche io l'ho considerato più come un lunghissimo prologo che un romanzo! Spero che il seguito sia meglio :)
    -Ale

    RispondiElimina
  2. Ho avuto le tue stesse impressioni e alla fine gli ho dato il tuo stesso voto, spero in un seguito nettamente superiore ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem, ho delle aspettative piuttosto elevate riguardo al seguito ^^

      Elimina
  3. Un periodo volevo leggerlo assolutamente, poi non so, ho cambiato opinione!!!

    RispondiElimina