domenica 1 settembre 2013

Recensione "Goddess. Il destino della dea" di Josephine Angelini (The Awakening Series #3)

Titolo: Goddess. Il destino della dea
Titolo originale: Goddess
Autrice: Josephine Angelini
Editore: Giunti Y
Pubblicazione: 5 Giugno 2013
Pagine: 416
Prezzo: € 16,50
Image and video hosting by TinyPic
Dopo aver accidentalmente liberato l'intero pantheon della mitologia greca dall'esilio sull'Olimpo, Helen deve riuscire a imprigionare di nuovo tutti gli dei senza scatenare una guerra che avrebbe esiti catastrofici. Ma l'ira divina è violenta e travolgente, ed Helen si trova a combattere con un nemico incredibilmente pericoloso. Ora è forte, conscia della sua vera natura e dei suoi doni particolari. I suoi poteri sono aumentati ma si è accresciuta anche la distanza fra lei e i suoi amici di sempre. Da quando un oracolo ha rivelato che nella sua cerchia di conoscenze si nasconde un traditore, tutti i sospetti ricadono sul bellissimo Orion. Helen, combattuta fra l'amore per Orion e quello per Lucas, dovrà fare delle scelte cruciali per evitare lo scontro finale fra dei e mortali. Il destino di Helen si sta per compiere. Solo una dea potrà sorgere per salvare il mondo. È scritto nelle stelle.
Ci siamo. È finalmente il momento di recensire (coi miei tempi, è ovvio) il volume conclusivo di una saga che quasi non conosce mezze misure: c’è chi la ama e c’è chi la odia. Io, per fortuna, appartengo al primo gruppo. Sto parlando della The awakening series di Josephine Angelini, composta da Starcrossed (qui la mia imbarazzante recensione d'esordio), Dreamless (qui la mia recensione) e, adesso, Goddess. 
Come gli altri romanzi della serie, Goddess non ha deluso le mie aspettative, tenendomi incollata alle pagine fino alla fine.

Riprendiamo le vicende dalla fine di Dreamless, e ritroviamo Helen, con ormai la piena consapevolezza dei suoi poteri, divisa tra l’amore per Orion e quello per Lucas, che ha scoperto essere suo cugino.
Inoltre, gli dei si stanno rivoltando contro i loro discendenti, per riacquisire il loro dominio.. Ma Helen e i suoi amici sono ben decisi ad impedirlo.

Goddess è forse il romanzo migliore della serie. Infatti, non manca nulla: c’è suspance, ci sono i colpi di scena, ci sono personaggi intriganti. Proprio su questi ultimi vorrei soffermarmi. I personaggi meglio riusciti della serie, infatti, non sono i protagonisti, ma bensì due degli dei degli Inferi: Morfeo e, soprattutto, Ade. Per quanto nessuna versione del dio dell’Ade regga il confronto con il cattivo del film d’animazione Disney Hercules, l'Angelini è stata più che capace di delinearlo nel modo giusto.
Per quanto il finale sia un po’ affrettato e, purtroppo, fin troppo prevedibile in alcuni sviluppi (penso che tutti abbiate capito a quali, in particolare, mi sto riferendo), il romanzo mi è piaciuto molto.

Concludo con un commento generico sulla saga, che consiglio a chiunque abbia voglia di una lettura d’evasione godibile e ben scritta, anche se non brillante per l’originalità, e soprattutto consiglio di non fermarsi al primo romanzo se non vi piaciuto, perché nei sequel il miglioramento è netto.

La trilogia The Awakening series è composta da:
1. Starcrossed, 7 Settembre 2011 (Starcrossed, Giugno 2011)
2. Dreamless. Nell'aldilà ogni notte è per sempre, 6 Giugno 2012 (Dreamless, Maggio 2012)
3. Goddess. Il destino della dea, 5 Giugno 2013 (Goddess, Maggio 2013)

Nessun commento:

Posta un commento