mercoledì 29 gennaio 2014

Recensione in anteprima "Onyx" di Jennifer L. Armentrout

Titolo: Onyx
Autrice: Jennifer L. Armentrout
Editore: Giunti
Pubblicazione: 29 Gennaio 2014
Pagine: 368
Prezzo: € 12,00
Image and video hosting by TinyPic
Avere un legame con Daemon Black è proprio un bel guaio... Daemon è determinato a dimostrare che ciò che prova per me è qualcosa di più della nostra bizzarra connessione aliena. Lo so, dovrei proprio rinunciare a lui, però negli ultimi giorni è così... passionale! Ma abbiamo problemi più gravi. Molto più gravi. In città si aggira qualcosa di minaccioso: il Dipartimento della Difesa è qui. Se dovesse scoprire i poteri di Daemon e la nostra relazione, non avrei scampo. E nemmeno lui. In più a scuola c'è un ragazzo nuovo che nasconde un segreto. Lui sa cosa mi è successo e può aiutarmi, ma dovrei mentire a Daemon e stare lontano da lui. Come se fosse possibile. Contro ogni buon senso, mi sto innamorando di Daemon. Perdutamente. Poi, all'improvviso, cambia tutto. Ho visto qualcuno che non dovrebbe essere vivo. E devo dirlo a Daemon, anche se so che non smetterà mai di cercare la verità. Che cosa è successo a suo fratello? Chi lo ha tradito? E che cosa vuole il Dipartimento della Difesa da loro e, soprattutto, da me? Nessuno è ciò che sembra. E non tutti sopravviveranno alle bugie.


E finalmente, per quella che credo sia la prima volta, scrivo una recensione subito dopo aver terminato il libro. Sì, sì, lo so che in teoria si fa così, ma io non ci riesco mai!
Cover originale
Ma, bando alla ciance, veniamo al soggetto della discussione: Onyx. Terzo romanzo della pentalogia di Jennifer L. Armentrout. Ho letto il primo libro della serie due anni or sono, ed ha per me un significato speciale, perché è il primo libro che ho letto in inglese. L'ho poi riletto l'anno scorso, in occasione della pubblicazione qui in Italia (la mia recensione la trovate qui) e la mia opinione non è cambiata: a me  Obsidian è piaciuto, e tanto. Poi mi sono approcciata al prequel della serie, Shadows (qui la recensione), e ne sono rimasta un po' delusa.
Ma ehi, questo era prima di leggere Onyx. Solo al termine di questo volume ho capito la potenzialità della serie Lux, solo adesso ho capito che la Armentrout ha in serbo grandi cose per i prossimi volumi. Adesso mi rendo conto che Obsidian era solamente un prequel, una premessa, una presentazione, quasi. Onyx, infatti, è su tutt'altro livello. Ma andiamo per gradi.
Onyx riprende esattemente da dove Obsidian era terminato, troviamo quindi Katy alle prese con un Daemon particolarmente dolce, deciso a dimostrarle che ciò che li lega va oltre il marchio che lui le ha lasciato guarendola. Ma i Luxen e, di conseguenza, Katy hanno problemi ben più gravi: il Dipartimento della Difesa è in città, e sembra osservarli da molto, molto vicino. A Katy cominciano a succedere cose strane, sembra muovere oggetti con la forza del pensiero, e un nuovo ragazzo arriva in città. Blake sembra sapere ciò che succede a Katy ed è disposto ad aiutarla, nonostante le rimostranze di Daemon. Ma perché questa improvvisa apparizione del Governo? E come fa Blake, appena arrivato, a conoscere così tante cose? Katy è ben decisa a scoprirlo, e per farlo non ha intenzione di mettere nessuno in pericolo, neppure Daemon...

Ho cercato in tutti i modi di trattenermi dal fangirling e dagli spoiler, spero di esserci riuscita! Tornando a noi, c'è da premettere che, nonostante nella mia recensione di Shadows avessi detto che la novella non era importante ai fini della trama di Obsidian, devo adesso correggermi: è assolutamente necessario leggere Shadows prima di Onyx, vi renderà tutto molto più chiaro.
Tornando ad Onyx, mi sembra necessaria una precisazione: nonostante Katy e Daemon siano senza dubbio una coppia assolutamente fantastica, e gran parte del successo (meritato!) della serie sia dovuto a loro, Onyx non è in nessun modo un romance.
Il romance c'è, è sviluppato benissimo e non è marginale ai fini della trama ma, almeno in questo secondo volume, a fare da padroni sono l'azione e, udite udite, i colpi di scena.
Questi ultimi sono concentrati principalmente nella parte finale del romanzo, la parte migliore a parer mio, e vi posso assicurare che non ve li aspettereste mai.
Fino ad adesso avevamo pensato che il Dipartimento della Difesa fosse all'oscuro di molti dei poteri dei Luxen, ma se invece fosse il contrario? Se fossero i Luxen a non sapere?

I personaggi, soprattutto i protagonisti, subiscono notevoli cambiamenti, c'è una maturazione non indifferente da parte di Daemon, una profondità in tutti i personaggi che non mi sarei aspettata. Katy è risultata a tratti irritante, è vero, ma anche questo fa parte di quello che credo sarà un grande sviluppo del suo personaggio nei prossimi volumi.
Come ho già accennato, il vero e proprio cambiamento lo si nota in Daemon, che avevamo sempre conosciuto come irritante, sarcastico e prepotente, rimane anche in Onyx irritante, sarcastico e prepotente (e, diciamolo, è un bene che sia così, lo amiamo anche per questo) ma scopriamo un altro lato di lui, un lato più maturo, più dolce e più protettivo... nei confronti di Katy, ovviamente. Nonostante questo, non perde la sua verve, anzi, penso che senza questa sua maturazione il rapporto tra lui e "Kitty" non sarebbe stato realistico come lo è adesso. Con mio sommo dispiacere, Dee ha fatto poche apparizioni, poche ma buone, sì, ma spero di vederla di più nei seguiti.

A questo punto, non posso che concludere dicendo che non vedo l'ora di leggere Opal, la cui uscita italiana è prevista entro la fine del 2014. Mi raccomando, sia se avete amato Obsidian, come me, sia se non ne eravate rimasti del tutto soddisfatti, correte in libreria a prendere Onyx: non ve ne pentirete. 

La saga Lux è composta da:
0.5 Shadows
1. Obsidian
2. Onyx
3. Opal
4. Origin
5. Opposition


2 commenti:

  1. Questa serie mi perseguita ovunque,so già che prima o poi cederò e la leggerò :)

    RispondiElimina