mercoledì 22 febbraio 2017

Recensione "Siege and Storm" di Leigh Bardugo (The Grisha Trilogy #2)

Buongiorno! A soli due giorni di distanza dalla recensione di Shadow and Bone (fatto eccezonale per me), ecco quella di Siege and Storm, secondo volume della trilogia di Grisha di Leigh Bardugo.


Titolo: Siege and Storm
Autrice: Leigh Bardugo
Editore: SquareFish
Pubblicazione: 4 Giugno 2013
Pagine: 435
Prezzo: € 9,00 circa su Amazon
Image and video hosting by TinyPic
Perseguitata nel True Sea e perseguitata dalle vite che ha preso nella Shadow Fold, adesso Alina tenta di crearsi una nuova vita con Mal in una terra sconosciuta. Si rende conto che farlo non è facile, mentre mantiene la sua identità di Sun Summoner un segreto. Non può sfuggire dal suo passato o dal suo destino per tanto tempo. Il Darkling è emerso dalla Shadow Fold con un nuovo terrificante potere e un piano pericoloso che metterà alla prova i limiti della natura. Con l'aiuto di un famoso corsaro, Alina torna nel Paese che ha abbandonato, decisa a combattere le forze che si stanno avvicinando a Ravka. Ma mentre il suo potere cresce, Alina scivola ancora di più dentro al gioco di magia proibita del Darkling, allontanandosi da Mal. In qualche modo, dovrà scegliere tra il suo paese, il suo potere e l'amore che ha sempre pensato l'avrebbe guidata - o rischiare di perdere tutto nell'imminente tempesta.



Alina è sfuggita al Darkling con Mal e cerca di costruire con lui una nuova vita, lontano da Ravka, nascondendo i suoi poteri. Presto, però, si renderà conto che ciò non è possibile. Ravka ha bisogno di lei per proteggersi dal Darkling, che è sopravvissuto all'ultimo attacco di Alina e che ha adesso un nuovo pericoloso potere.
Alina conoscerà Sturmhond, un famoso corsaro interessato solo a ciò che è meglio per sé e deciso a schierarsi con il miglior offerente - ma è davvero tutto qui?
Alina non può sfuggire al suo destino, e sente sempre più forte il richiamo dei suoi poteri. 


«What is infinite? The universe and the greed of men.»

Siege and Storm non mi è piaciuto tanto quanto Shadow and Bone, ma l'ho trovato comunque un ottimo secondo libro di una trilogia. 
Ciò che non mi ha permesso di apprezzarlo a pieno è stato l'inizio un po' lento, ma un punto ha favore è stato sicuramente lo sviluppo dei personaggi, senza nessuna eccezione.

Alina cresce moltissimo, i sensi di colpa per ciò che ha fatto nella Shadow Fold la perseguitano e crede di essere sempre più simile al Darkling, adesso che possiede il primo Amplificatore.
Mal si conferma essere lo stesso personaggio inutile di Shadow and Bone e, se possibile, in questo secondo romanzo diventa persino peggiore, comportandosi da egoista.
Purtroppo il Darkling non appare molto in Siege and Storm, è presente in poche scene che sono però molto d'effetto e rendono giustizia al suo personaggio - che, per quanto spietato, io continuo ad adorare.

«Sturmhond had a way of talking that made me want to shoot someone. Preferably him.»

Viene poi introdotto quello che secondo me è il personaggio migliore della serie, finora: Sturmhond. È un personaggio ironico e pungente, sfaccettato e assolutamente fantastico, ho adorato ogni sua battuta e ogni sua azione. Mi piacerebbe molto vederlo insieme ad Alina - anche se ho il brutto presentimento che quel ruolo spetterà a Mal.

Le ambientazioni si confermano spettacolari, così come le descrizioni e i dialoghi che nascono dalla penna della Bardugo. Vediamo finalmente altro del mondo creato dall'autrice oltre a Ravka, ed è un fattore che mi ha fatto apprezzare ancora di più la storia. Sto leggendo proprio adesso Ruin and Rising, non vedo l'ora di scoprire come finirà questa storia!

La trilogia Grisha è composta da:
1. Shadow and Bone
2. Siege and Storm
3. Ruin and Rising

Nessun commento:

Posta un commento